model-2598442_960_720
Dott.ssa Lara Ermini

Dott.ssa Lara Ermini

AMORI SANI ED AMORI INFELICI

Amiamo tutti nello stesso modo?

No, esistono tanti modi per amare.

All’amore può essere spesso attribuito un significato univoco e positivo, in realtà questo potente sentimento ha mille sfumature; si può pertanto sostenere l’esistenza di una multidimensionalità dell’amore.

Come accennato in altri articoli, il modo in cui gli individui si pongono nelle loro relazioni di coppia può dipendere da tanti elementi, tra cui come in passato, in infanzia, sono stati amati.

Ciò non implica l’avere un destino affettivo già predeterminato dai propri legami affettivi in infanzia… tuttavia le ricerche condotte su questo argomento, riportano che almeno il 75% della popolazione tende a ritrovarsi in legami molto simili a quelli in cui è stato coinvolto con i genitori da piccolo.

Ci sono tantissimi modi per esprimere l’amore verso la persona scelta: modi contorti, complicati, ossessivi, simbiotici che possono recare danno o dolore, anziché serenità e felicità e modi più giusti, adeguati, maturi e saggi che lo rendono un sentimento che vale la pena vivere.

A volte capita che si continui imperterriti, a rimanere in una relazione che rende infelici, insoddisfatti e che non si è in grado di lasciarla andare, un po’ come accade nell’innamoramento tra la vittima e il carnefice. 

Perché spesso le relazioni infelici vengono mantenute? 

A volte l’incessante necessità di avere ciò che ci manca, da chi non può darcelo, porta in un loop simbiotico con il proprio partner che rende tutt’altro che felici.

Si può definire simbiosi una situazione di tale tipo, in cui due individui si comportano come se fossero uno, non usando a pieno tutte le proprie capacità; pertanto uno dei due partner sarà più passivo e bisognoso rispetto all’altro. 

La simbiosi di coppia risulta essere patologica, quando acquista caratteri di permanenza, fornendo la certezza di non poter vivere l’uno senza l’altra. 

Da questo possiamo trarre il punto di contatto tra relazione genitoriale inappropriata e simbiosi di coppia: la simbiosi è, infatti, considerata come il tentativo di appagare i bisogni che non sono stati soddisfatti durante l’infanzia; quando siamo in una simbiosi, riproponiamo le vecchie strategie attuate in situazioni infantili, al fine di appagare i bisogni non esauditi.

È come se ci si provasse a dare una seconda possibilità… 

In contrasto con l’unione simbiotica, si ha l’amore maturo, che è considerato unione a condizione di preservare la propria integrità e la propria individualità.

Riferimenti bibliografici

ATTILI, G. (2004). Attaccamento e amore. Bologna: il Mulino.

ATTILI, G. (2007). Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente. Normalità, patologia, terapia. Milano: Raffaello Cortina Editore.

FROMM, E. (1986). L’arte di amare. Milano: Mondatori Editore.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email